Tutto meteo

News

18 luglio 2012

I conti non tornano...

Un team di scienziati provenienti da Cina, Gran Bretagna e Stati Uniti, guidata da Dabo Guan dell'Università di Leeds, ha confrontato i dati delle emissioni di biossido di carbonio dal 1997 al 2010 dichiarati dalle singole province della Cina con quelli dichiarati dal governo centrale e ha trovato una grande differenza tra i due set. Secondo le statistiche nazionali cinesi, in media, le emissioni di CO2 sono cresciute del 7,5% all'anno dal 1997 arrivando a 7.69 miliardi di tonnellate nel 2010, mentre le emissioni aggregate di tutte le province cinesi sono aumentate del 8,5% in media arrivando a 9,08 miliardi di tonnellate nel 2010. La lacuna tra i due insiemi di dati sembra, quindi, essere di 1,4 miliardi di tonnellate di anidride carbonica, il che comporta enormi incertezze sulle statistiche relative al consumo energetico cinese. Secondo Guan, la cosa più grave è che la Cina non è l'unico paese con dati energetici incoerenti. Da questo studio, come da molti altri, risulta chiaramente che a causa delle emissioni da combustibile fossile e della deforestazione nei prossimi decenni la temperatura terrestre potrebbe aumentare di 2°C, aggiungere un altro miliardo di tonnellate di emissione nei modelli previsionali porterà un accelerazione ulteriore nell'aumento della temperatura. Visto che secondo il team la Cina non è l'unico paese a non avere i conti in regola,sarà interessante sia leggere i prossimi studi che usciranno su Stati Uniti ed Europa sia vedere come si svolgerà il dibattito a Rio+20 nell'anno in cui scade il protocollo Kyoto.

Condividi:

Le altre news

  • 7-11-2012 L'uragano Sandy può avere una correlazione con i cambiamenti climatici?

    Credere che ogni uragano o terremoto sia generato o dipenda dai cambiamenti climatici non è scientificamente corretto, sono infatti moltissime le variabili da considerare in questi casi. Capire da cosa dipendano e cosa influenzi la loro entità non è però impossibile.

  • 16-10-2012 Si può prevedere il futuro?

    Alla luce delle reazioni più o meno scomposte alle comunicazioni circa i fenomeni meteorologici più (o meno) recenti, pubblichiamo un estratto di due articoli scritti tempo fa dalla nostra redazione in collaborazione con quella dell'ottimo portale "Il Macaone".

  • 24-08-2012 Mediterraneo infuocato, quali possibili implicazioni?

    L’Anticiclone che in questi mesi ha sovrastato il Mar Mediterraneo ha portato un riscaldamento maggiore della norma delle acque marine. Quale sarà l’effetto di tale riscaldamento nella meteorologia dei prossimi giorni e mesi?

  • 18-07-2012 I conti non tornano...

    Un team di scienziati provenienti da Cina, Gran Bretagna e Stati Uniti, guidata da Dabo Guan dell'Università di Leeds, ha confrontato i dati delle emissioni di biossido di carbonio dal 1997 al 2010 dichiarati dalle singole province della Cina con quelli dichiarati dal governo centrale...

  • 17-07-2012 Barriere coralline: cosa sta succedendo?

    E' iniziato il 9 luglio l'International coral reef symposium a Cairns, in Australia. Durante il meeting internazionale si parlerà di gestione, conservazione e dell'effetto dell'uomo sulle barriere coralline, confrontando i principali risultati della ricerca scientifica sull'argomento

  • 25-06-2012 Rio+20 una minestra riscaldata?

    Il vertice di Rio+20, 20 anni dopo il primo vertice mondiale sul clima ha soprattutto il sapore di una minestra riscaldata ma di chi sono le responsabilità?

  • 19-06-2012 Visti dallo spazio

    Il 5 giogno il satellite Aqua della Nasa ha immortalato questo enorme Anticiclone vicino alle coste della Tasmania

  • 18-06-2012 Isole di calore

    E' arrivato il primo caldo,chiediamo ad un esperto quale sarà  l'effetto di questo cambiamento di temperatura nelle città.

  • 14-06-2012 Aspettando Rio+20

    La Risoluzione RES/64/236 dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha fissato per 2012 la conferenza sullo sviluppo sostenibile (UNCSD). La conferenza si svolgerà  dal 20 al 22 giugno 2012 a Rio de Janeiro.

ADS